lunedì 15 settembre 2014

VITIGNO BARBERA

foto piemonte-online.com
E' uno dei vitigni autoctoni a bacca nera più diffusi sul ns. territorio e in Piemonte trova la sua massima potenzialità. Come definire Barbera, maschio o femmina?Annoso problema.Ebbene, il vitigno viene chiamato al maschile ( il Barbera), mentre il vino viene chiamato al femminile ( la Barbera). Conosciuto fin dal medioevo e citato da Pietro De Crescenzi nel 1304 nel suo "Liber Ruralium Commodorum" con l'antico nome di "grisa" o "grisola", questo vitigno trova la sua adattabilità su terreni argillosi, profondi e non molto fertili, ama il clima siccitoso e per questa sua caratteristica lo si coltiva in tante regioni italiane dalla Lombardia ( Oltrepò Pavese) alla Sicilia. Considerando la sua estesa coltivazione in Italia, infatti, è presente come uvaggio in tanti vini DOCG,DOC e IGT di varie regioni, prendo in esame la zona più vocata, cioè il Piemonte. dove da' vita alla " Barbera d'Asti DOCG " e alla " Barbera del Monferrato Superiore DOCG ". E' coltivato in tutto il territorio piemontese e molti anni fa veniva considerato un vitigno di scarsa qualità. Da un pò di anni  la grande dedizione di alcuni viticoltori l'ha riportato  alla ribalta delle cronache vitivinicole, infatti per le sue potenzialità di grande acidità, tannico e buona alcolicità è adatto all'invecchiamento. Le sue uve sono vinificate in purezza o in uvaggio con altre varità, il suo colore è un rosso rubino più o meno intenso che con l'invecchiamento assume delle tonalità granate. Il vino presenta una buona fragranza di profumi, vinosi e fruttati, un elevato grado di acidità e una buona tannicità. La buona struttura del vino è caratterizzato da profumi di frutta (frutti di bosco), ciliegia e con l'invecchiamento assume profumi speziati e tostati quali caffè,tabacco e liquirizia. Un abbinamento ideale di questo vino sono gli arrosti, carni grigliate e piatti con sughi di carne.

Motto: Il potere del vino è superato solo da quello degli Dei. (Asclepiade)



Nessun commento:

Posta un commento