lunedì 14 maggio 2018

VITIGNO GUARNACCIA BIANCA E NERA

       VITIGNO GUARNACCIA BIANCA

Vitigno a bacca bianca il Guarnaccia Bianco è diffuso in Campania, principalmente sull'isola di Ischia, e in Calabria, provincia di Cosenza, principalmente nella zona di Saracena, non abbiamo notizie storiche certe, ma pensiamo che possa provenire dalla Grecia, introdotto nel periodo della colonizzazione ellenica. Non ha particolari esigenze di terreni, visto che si adatta sia a terreni calcarei-argillosi che a quelli lavici, il vitigno ha una buona vigoria a discapito di una produzione contenuta, il grappolo è medio, allungato, piramidale, spesso alato, poco compatto, l'acino è medio, sferico, con buccia molto pruinosa, consistente, di colore che varia dal verde-giallo al giallo ambrato. Il vino ha un colore che varia dal giallo paglierino con riflessi verdognoli al giallo ambrato, al naso è fruttato, floreale, al palato presenta una buona acidità, freschezza, fine, intenso, di medio corpo, morbido, il suo valore alcolico minimo è 11°, si abbina a primi piatti di pesce, molluschi, crostacei, zuppe, formaggi freschi, la temperatura di servizio consigliata è 10°-12°.

        VITIGNO GUARNACCIA NERA

Vitigno a bacca nera  il Guarnaccia Nero è diffuso negli stessi territori della Guarnaccia Bianca e si pensa che abbia la stessa provenienza della Bianca, anche i terreni di coltivazione sono simili. Il grappolo è di medie dimensioni, conico, compatto, spesso alato, l'acino è medio, sferico, con buccia spessa, mediamente pruinosa, di colore nero.Assemblato col Piedirosso sull'isola d'Ischia, il vino ha un colore rosso rubino con riflessi violacei con un apporto fruttato, buona acidità, freschezza, buon tenore alcolico, fine, intenso, di corpo, ilsuo valore alcolico minimo è 11°, è un vino a tutto pasto e per tutti i giorni, si abbina aprimi piatti di sugo, carni rosse, arrosti, salumi e formaggi semi stagionati, la temperatura di servizio consigliata è 16°-18°.

Nessun commento:

Posta un commento